Automazione e domotica per la casa a basso costo.

Moduli hardware

Nodi di I/O distribuito

Come si può facilmente intuire da alcuni (pochi) articoli del blog, il progetto è basato sulla piattaforma Arduino. Si tratta di una famiglia di schede controllate da PIC a 16Mhz, nelle versioni Nano, Uno e Mega, che costituiscono il cuore di ciascun nodo del sistema. La differenza tra le diverse generazioni di schede consiste principalmente nelle dimensioni e nel numero di porte di I/O disponibili, ma variano anche la quantità di memoria a disposizione in termini di ROM e RAM.

Ciascun nodo, a seconda delle funzioni che deve svolgere, può essere affiancato da una serie di sensori (sensori di temperatura, luminosità, umidità, ecc…), rilevatori di presenza (pir, radar, ecc…), attuatori, e moduli di comunicazione che gli permettono di comunicare sui principali tipi di rete: bus seriale rs485 ed ethernet tcp/ip.

Data la grande versatilità e flessibilità della piattaforma, diversi produttori hanno reso disponibili sul mercato innumerevoli moduli elettronici aggiuntivi che permettono di svolgere le funzioni più fantasiose per soddisfare ogni esigenza.

Si tratta quindi di hardware per la maggior parte reperibile in rete, ma chiaramente il vero e grande valore aggiunto del progetto è dato dallo studio e dalla realizzazione del firmware e dei protocolli di comunicazione, nonchè la selezione di moduli perfettamente compatibili tra loro, che permettono di raggiungere livelli di affidabilità e stabilità di ottimo livello.

Il “cervello”

Sulla base dell’esperienza diretta dei test di laboratorio, e dall’osservazione dei limiti fisici presenti sui sistemi di domotica proposti dai marchi più blasonati, è stato scelto di affidare l’intelligenza del sistema ad un hardware tanto comune quanto flessibile: un computer basato su raspberry PI (ma volendo si può anche usare una qualsiasi scheda madre miniITX). Nello specifico sono stati adottati componenti a basso consumo energetico e dimensioni fisiche ridotte, per consentirne il posizionamento agevole all’interno dei quadri elettrici.

 

Interfaccia di gestione

Semplici pannelli touch a muro (oltre ai comuni interruttori) permettono una comoda ed intuitiva gestione e controllo del sistema di domotica grazie all’integrazione con i servizi web installati sul computer centrale. E’ comunque possibile operare anche a più basso livello grazie a interfacce gateway usb/rs485 con cui poter inviare manualmente comandi ed interrogazioni sul bus.